sabato 9 dicembre 2017

UN LIBRO DA LEGGERE A NATALE: LA NUOVA STORIA DI OLGA DI CARTA

Che caratteristiche deve avere il libro che sceglierete per accompagnarvi durante le feste?
Il mio libro deve contenere parole calde, avvolgenti come una coperta di lana, non deve necessariamente essere da adulti, anzi, preferibilmente da bambini o ragazzi e deve racchiudere un pizzico di magia per farmi sognare.
Una storia che mi catturi e sia in grado di modellare i miei stati d'animo.

Lo scorso anno avevo colmato i miei vezzi con un titolo straordinario pubblicato da Elisabetta Gnone, la storia della piccola Olga di Carta, una bambina con la capacità di narrare storie eccezionali. Nei mesi scorsi ho tanto sperato che uscisse un proseguo e finalmente.... sono stata accontentata.



libri per ragazzi mamma leggiamo insieme


OLGA DI CARTA
JUM FATTO DI BUIO
Elisabetta Gnone
Il villaggio di Balicò è ovattato dalla neve, l'aria profuma di mandarino e gli abitanti si preparano all'arrivo del Natale.
Olga Papel, fanciulla esile come una foglia di mais, riscalda gli animi delle persone grazie alle sue storie.
Le sue parole sono dettate dalla sensibilità e hanno la capacità di prendere forma, per questo sono sempre molto attese.
Al suo passaggio, la gente allunga l'orecchio per porsi in ascolto, perché le storie fanno bene a tutti.

Olga vive con la nonna e il cagnolino Valdo, fedele compagno che dimostra la sua dedizione non allontanandosi mai da lei..a parte quando insegue le volpi!

Ogni giorno la bambina aiuta in fattoria consegnando uova agli abitanti del villaggio. I clienti che incontra attendono con trepidazione di poter passare attimi speciali insieme alla bambina, per abbattere la solitudine e sorridere con i suoi bei racconti. 
Le parole della piccola arrivano sempre al momento giusto e sembrano cucite addosso alle persone come un cappotto disegnato da un abile sarto.

Ma quando arriva l'ispirazione per una nuova e straordinaria narrazione?

L'ispirazione arriva il giorno in cui il bosco del villaggio viene abbattuto, lo sconforto affligge Olga, portandole alla mente una vecchia conoscenza, incontrata tempo prima, durante un addio pesante come un macigno.
Che colore hanno le nostre emozioni? Sono certamente fatte di buio e portano dentro di sé un vuoto apparentemente incolmabile e inconsolabile che si impadronisce delle persone.
Ecco allora che Jum fatto di Buio entra in scena e fissa accanto a loro la sua dimora.

Jum è un personaggio flaccido e informe che si nutre di lacrime.

Le lacrime, come si sa, vengono prodotte in risposta ad un'emozione, sia essa dettata dal dolore, che legata alla gioia.

Quando dentro di noi si crea un grande spazio vuoto e quel vuoto è oscuro come il fondo di un pozzo ci sembra d'essere fatti solo di un buio gelido e vuoto.
Le lacrime sgorgano facilmente e possono essere dolci come il miele, profumate di fiori, talvolta speziate.

Jum porta con sé le storie delle sue “prede”, chi ha perduto ciò che di più caro avesse al mondo, chi ha subito sventure e ha smarrito il senso della propria vita, chi ha perso il suo orizzonte, ma anche chi è semplicemente triste.

Nel villaggio le sue vicende viaggiano alla velocità della luce e come spesso accade vengono travisate, rimodellate, ingigantite. Gli abitanti iniziano ad avere paura e temono che le parole prendano forma, si materializzino. La caccia a Jum non tarda ad iniziare. I fucili dei cacciatori sono pronti a sparare a quell'essere che a detta loro appare malvagio.

Olga rassicura tutti, non è il caso di aver paura, spetta a noi provare a riscattarci, a colmare quel senso di smarrimento che nei momenti di sconforto si mostra con facilità...solo così Jum se ne va.

Il vuoto lascia sempre lo spazio a nuove prospettive, a differenti possibilità, proprio come l'abbattere il bosco di Balicò ha aperto la strada al cielo.

E voi avete incontrato Jum? Io talvolta l'ho nutrito, ma sempre l'ho lasciato andare.


Elisabetta Gnone è nata a Genova e vive sulle colline del Monferrato. E' stata direttore e responsabile delle riviste femminili e prescolari della Walt Disney, per la quale ha ideato la serie a fumetti W.I.T.C.H. E' autrice della saga di Fairy Oak, e ora, con la nuova serie di Olga di Carta, porta ai lettori un nuovo mondo .
Le sue parole sono pura poesia, suonano come un componimento armonico, mai scontato, che culla l'animo. Parole che hanno un peso, talvolta commoventi, arrivano lì dove devono andare. Insegnano che non bisogna avere timore di inciampare in occasioni di gioia.
Le illustrazioni sostengono e intervallano la storia, sono delicati e piacevoli paper cute che mettono l'accento alle parole, senza disturbare l'attenzione al lettore.








Ringrazio la casa Editrice Salani per avermi omaggiato della copia che ho avuto il privilegio di recensire.

sabato 2 dicembre 2017

LETTERA A BABBO NATALE IN UN LIBRO PER BAMBINI EDITO DA ZOOLIBRI

Avete scritto la lettera a Babbo Natale
Noi stiamo provvedendo in questi giorni, intanto ci esercitiamo prendendo spunto dalla lettera che abbiamo trovato in un meraviglioso e bizzarro libro.




PASTELLI RIBELLI 
Drew Daywalt
ZOOlibri editore

I pastelli di Dante, scolaretto con la passione per i disegni, decidono di ribellarsi.
Ogni colore gli indirizza una lettera carica di lamentele per i soprusi subiti.
Il pastello ROSSO si lagna perché deve lavorare più di tutti gli altri pastelli messi assieme! Si consuma tutto l'anno a furia di colorare camion dei pompieri, mele, fragole e oggi altra cosa di colore rosso. E' costretto a lavorare anche durante le VACANZE! Deve colorare tutti i Babbi Natale e i cuori per San Valentino. Gli serve una pausa perché si sente decisamente sotto sforzo.
Il pastello ROSA gli lancia un avvertimento perché non è stato usato nemmeno una volta, è stanco di essere considerato un colore da femmina. Il povero pastello implora di essere usato qualche volta, in modo occasionale, per colorare un dinosauro, un mostro, oppure un cow-boy.
Vogliamo parlare del pastello NERO che detesta essere utilizzato e consumato per disegnare il contorno delle cose...cose che poi vengono colorate all'interno dagli altri colori. Tutti credono di essere migliori di lui.
Anche gli altri colori non scherzano, sono proprio stufi e arcistufi di dover lavorare senza tregua o di essere dimenticati.
Ci sarà un modo per farsi perdonare?!?

Curiosi? Correte a leggere questo meraviglioso albo edito da ZOOlibri ;-)



venerdì 1 dicembre 2017

LIBRI PER BAMBINI DEDICATI AL NATALE E ALL'INVERNO

Ciao ragazze! Ho selezionato quattro titoli dedicati all'inverno e al Natale.
Sono albi che hanno catturato la mia attenzione per le parole scritte ma anche per le dolcissime illustrazioni. Sono certa che vi faranno innamorare.
Devo ammettere che ho un debole per le letture legate all'inverno, forse perché quando mio figlio era piccino leggevamo tantissimo insieme, lo facciamo anche ora ma in modo diverso. Bei ricordi...






LA NOTTE DELLA STELLA CADENTE di Amy Hest e Jenni Desmond - Lapis edizioni

Cane e coniglietta vivono l'uno accanto all'altro. Tutte le mattine, come prima cosa aprono le loro finestre e si osservano, senza mai prendere coraggio di conoscersi. Una notte decidono di uscire dalle loro casette. Magicamente, vedono una stella cadente che all'improvviso scompare per lasciare spazio ad una meravigliosa amicizia.

Età di lettura: dai 4 anni


QUESTA NOTTE HA NEVICATO Ninamasina – TopiPittori

Alba in città. Uno strano, sospeso silenzio ammanta ogni cosa. Una bambina si sveglia e ne scopre la ragione: "Questa notte ha nevicato!". La città è trasformata. Anche gli oggetti e le presenza più familiari sono diventati nuovi e misteriosi. Così, il percorso da casa a scuola si trasforma in un'avventurosa scoperta, un percorso sorprendente fra presenze immaginate e reali. Un libro delicato di Anna Masini che mescola fotografia, disegno, parole per raccontare lo stupore dello sguardo infantile.

Età di lettura: da 3 anni


OLLIE E LA RENNA DI NATALE Nicola Killen - Nord-Sud Edizioni

E' la vigilia di Natale e Ollie è appena andata a dormire quando all'improvviso si sveglia.
Jingle, jingle, jingle. 
Che cosa sarà quel suono? Ollie esce nella neve e lo segue incuriosita. Una nuova avventura la attende. Sarà un Natale indimenticabile!

Età di lettura: dai 3 anni


INVERNO David A. Carter - La Coccinella editore

Il candore magico dell'inverno, coi suoi paesaggi innevati, è reso ancora più bello dai pop-up creati da David A. Carter, che ci sorprendono in ogni pagina. Un libro che invita i bambini a scoprire le meravigliose trasformazioni della natura. Adattissimo per i piccolissimi.

Età di lettura: da 4 anni.


Fatemi sapere cosa ne pensate e... Buone letture Insieme ai vostri piccoli ;-)




martedì 14 novembre 2017

UN LIBRO PER BAMBINI SUPER DIVERTENTE!

Oggi le mie alunne di quarta, due fantastiche gemelle, sono venute a scuola con un libro straordinario.
Un manuale che consente di scoprire proprio tutto sui libri... anche a chi non piace leggere!

IL LIBRO CHE TI FA SCOPRIRE
PROPRIO TUTTO SUI LIBRI
Francoize Boucher
Il castoro Editore

Questo bizzarro manuale vi suggerisce una tonnellata di ragioni VERE o molto molto deliranti per DIVORARE un SACCO DI LIBRI per tutta la vita. SENZA INGRASSARE!


blog libri bambini mamma leggimo insieme


blog libri bambini mamma leggiamo insieme


E' ormai risaputo che i libri salvano dall'ignoranza dilagante.
Le ragioni per cui è fondamentale trascorrere parte del proprio tempo davanti a pagine stampate sono veramente infinite.

L'autrice, Francoize Boucher, propone perle di saggezza semiserie e illustrazioni altrettanto bizzarre.


Leggere è il cibo della nostra mente. A volte un libro può diventare una lampada, che illumina le domande che ognuno di noi si pone, e ci fa capire l'esistenza e allo stesso tempo ci aiuta a migliorare.
Altre volte... un libro può salvarci se qualcuno entra in camera nostra quando siamo nudi (vedi sopra).

RICORDATE:
Avere un'educazione e SAPER LEGGERE è un'enorme fortuna, NUTRE IL CERVELLO, permette di riflettere bene e di realizzare i SOGNI più folli!
OGNI LIBRO E' DUNQUE UN TESORO CHE ARRICCHISCE ( MA ATTENZIONE! al contrario, alcuni libri possono rendere profondamente scemi).

Buona Lettura ;-)

venerdì 27 ottobre 2017

Una storia per bambini tutta da gustare: BIANCANEVE


Specchio delle mie brame, chi è la più bella del reame?
Scommetto che avete già indovinato di che storia si tratta...

Fine ottobre, vigilia dell'amatissima festa di Halloween, quale periodo migliore per parlarvi di una nuova uscita che porta con sè un'aura di fascino e mistero.
Esce in una versione decisamente accattivante la meravigliosa storia di una delle fanciulle più amate del globo: Biancaneve.
Un libro tattile dedicato ai più piccoli, in una edizione da leggere, toccare e ammirare.
Mi raccomando, scorrete l'articolo fino alla fine per copiare la deliziosa ricetta delle mele stregate della mia amica Cristina di Good food Lab .



BIANCANEVE
Deneux Xavier
La Margherita Edizioni

libro tattile mamma leggiamo insieme



Biancaneve è un classico delle fiabe di tutti i tempi.
Dedicata ai più piccoli, la versione di Deneux Xavier è talmente dolce che vi farà sciogliere.
Le illustrazioni colpiscono per la delicatezza, l'eleganza e la classe.


mamma leggiamo insieme blog libri per bambini


Le pagine tattili permettono sperimentazioni e sono una meraviglia per occhi e dita.
Il testo in stampatello maiuscolo consente la lettura in autonomia anche a chi è alle prime armi con l'alfabeto.


Mamma leggiamo insieme blog libri per bambini ricette





Vi è piaciuta la storia?
Correte sul sito di Cristina a copiare la ricetta delle mele di Cristina (clicca qui per la ricetta) e provate anche voi a stregare qualcuno.





libro tattile per bambini biancaneve mamma leggiamo insieme

Buon divertimento!

Età consigliata: dai 2 anni




giovedì 26 ottobre 2017

UN MANUALE PER SMETTERLA CON LE PARANOIE DI MAMMA!

Qualche settimana fa ho ricevuto una mail nella quale mi veniva chiesto di aiutare un gruppo formato da quattro persone a diffondere un'idea, un progetto, un sogno.
Mi sono detta "perché no" e proprio per questo ho deciso di contribuire, nel mio piccolo, ad aiutarli.

IL MAMMATOLOGO


blog libri bambini mamma leggiamo insieme

Il Mammatologo è il primo manuale ludico-didattico dedicato alle neo e future mamme.
Un libro con la giusta dose di ironia e di psicologia per diventare vere e proprie mamme-zen.

Sono 30 le tematiche trattate: quelle che sembrano stare più a cuore alle mamme.
Non si tratta dell'ennesimo libro di meri consigli, ma di un nuovo manuale con un approccio decisamente originale e POPolare.
La lettura, non segue un ordine lineare, ma resta alla scelta dei lettori se iniziare con la prima tematica o saltare decisamente all'ultima.

La trama e lo stile di scrittura si presentano ironici, a tratti sarcastici, con dei contenuti che si trasformano da sfoghi di una mamma sull'orlo del precipizio, a pragmatici consigli da parte della psicologa. Il tutto corredato da impareggiabili giochi ed esercizi.


blog libri bambini mamma leggiamo insieme
blog libri bambini mamma leggiamo insieme

Il team:
-una mamma, Luci Falbo
-una psicologa, Valentina Mossa, specializzata nello Story-telling per bambini
-una disegnatrice, Giorgia Gariglio
-l'ideatore del progetto, Cyril Bernard, creatore del sito di Psicologia e Educazione "Mammabanana"


blog libri bambini mamma leggiamo insieme

Il libro è un self-publishing. Gli scrittori non si appoggiano a nessuna casa editrice, ma hanno deciso di finanziare il progetto grazie a una raccolta fondi sulla piattaforma Eppela. La campagna di crowdfunding è iniziata il 20 ottobre e durerà un mese (terminerà infatti il 20 novembre 2017). L'obiettivo che si sono posti è quello di raccogliere 5000 euro per poter stampare le prime 500 copie del libro.

Il Mammatologo sarà disponibile in formato cartaceo e in formato digitale sulle principali librerie online da dicembre 2017.

Cosa aspettate? Prenotate subito la vostra copia sul sito ilmammatologo.com

lunedì 18 settembre 2017

BAMBINI, RAGAZZI E NUOVE TECNOLOGIE. COME EDUCARE FIGLI IPERCONNESSI

Recentemente mi è capitato fra le mani un articolo medico che riportava dati allarmanti sull'utilizzo smisurato di dispositivi come pc, tablet, telefonini, videogiochi.
bambini da 0 a 2 anni non dovrebbero essere esposti alla tecnologia, dai 3 ai 5 l'esposizione dovrebbe essere limitata ad un'ora al giorno, mentre dai 6 ai 18 non più di due ore al giorno. Pochissimi rispettano queste indicazioni e proprio per questo motivo la corteccia prefrontale dei bambini si sta visibilmente modificando portando gravi conseguenze sullo sviluppo e l'evoluzione della crescita e della personalità. Vi lascio il link all'articolo che riporta i dati della ricerca condotta dall'American Academy of Pediatrics e dalla Canadian Society of Pediatrics (clicca qui).
Allora perché non fare un passo indietro. Non dico arretrare e non accettare l'evoluzione ma semplicemente interrogarsi su quanto sia importante e fondamentale aiutare i nostri figli a non abusare delle nuove tecnologie.

COME EDUCARE FIGLI IPERCONNESSI
Janell Burley Hofmann
Giunti


Mamma leggiamo insieme  libri bambini


«Mi ero illusa di proteggere mio figlio dalla tecnologia, ma il divieto di possedere il telefonino non gli aveva impedito di utilizzarlo. In compenso, aveva impedito a me di insegnargli a farlo. Tra le due cose c’è un’enorme differenza.» 

La sera di Natale, Janell incarta il nuovo iPhone per Gregory, il figlio tredicenne. Mentre deposita il pacco sotto l’albero, una valanga di dubbi la investe: «Il mio ragazzo sarà ancora capace di stare seduto ad aspettare senza bisogno di navigare o chattare? Dovrò conoscere le password di tutti i suoi account? Vorrà ancora comunicare e stare con gli altri senza mettere in mezzo la tecnologia?». Insieme al marito, decide di preparare un accordo che Greg dovrà firmare prima di cominciare a utilizzare il regalo.
Le iRules, le regole del patto, vengono pubblicate in rete dall’Huffington Post e subito diventano virali. Moltissimi genitori condividono le preoccupazioni degli Hofmann. Avere cinque figli offre a Janell una gran varietà di esperienze e le sue soluzioni sono flessibili, adattabili a famiglie diverse.

L’importante è applicare i princìpi e i valori di sempre anche a questo ambito dell’educazione. Senza paura, perché le nuove tecnologie non possono essere evitate o ignorate: fanno parte della nostra vita e, ancor più, di quella dei nostri figli.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...