mercoledì 24 ottobre 2018

🎃 HALLOWEEN PER BAMBINI TRA STORIE E DOLCETTI 🎃

Halloween è alle porte! 
TOC - TOC… DOLCETTO O SCHERZETTO?

Ecco una proposta per passare un pomeriggio mostruoso: l’idea è quella di armarsi di un libro, il titolo ve lo diamo noi, e di preparare una merenda succulenta.

libri per bambini Mamma leggiamo insieme

MORTINA E L’AMICO FANTASMA
Barbara Cantini
Mondadori 

Tanti, troppi sono gli indizi che Mortina scopre ogni giorno della settimana, vanno da impronte di fuliggine nella sua stanza a piccoli rumori per nulla rassicuranti. 
A chi appartengono? Tutte le tracce portano ad un unico sospettato, un bambino luminescente decisamente interessante. Ma chi è il misterioso personaggio che tenta di entrare a Villa Decadente alla vigilia della tenebrosa festa di Capodanno Trapassato?
Insieme a Mesto, il suo fedele levriero albino, Mortina cerca ogni dettaglio utile a scoprire da dove arrivi il loro nuovo, spettrale amico, in una spassosa indagine che farà battere il cuore.

La bambina zombie più amata dai bambini torna con una nuova avventura da leggere tutta d’un fiato.Tradotto in ventitré lingue, "Mortina" conferma il suo successo a livello internazionale. Una storia appassionante sostenuta da immagini curate con una minuzia simile a quella che utilizza il sarto quando cuce un abito che calza a pennello. Da non perdere!!

Siete pronti a spegnere le luci? Sorpresa! La copertina si illuminerà, permettendo animazioni in notturna.

Un’idea in più…

Crea un angolo pauroso dove poter animare il tuo libro e divertirti nella notte più pazza dell’anno.

Ed ora spazio alla creatività in cucina con Francesca (su Ig la trovate come "Un Draghetto in cucina":

CIAMBELLA DI HALLOWEEN ALLA ZUCCA
a cura di Francesca Tognoni

libri per bambini idee


GLI INGREDIENTI
  • 300 g di farina di riso
  • 100 g di zucchero integrale (quello utilizzato per realizzare la ricetta è Mascobado, presenta un sentore di liquirizia)
  • 125 g di burro senza lattosio
  • 4 uova
  • 400 g di zucca
  • cannella
  • una bustina di lievito
  • un pizzico di sale

Per decorare: un vasetto di marmellata ai mirtilli.


 PREPARAZIONE 

Tagliate la zucca a pezzetti e fatela bollire fino a quando non è morbida. 
Lasciatela intiepidire e schiacciatela con i lembi della forchetta.
Nel frattempo montate a neve gli albumi con un pizzico di sale e in un'altra ciotola formate una cremina amalgamando i tuorli con lo zucchero.
Ai tuorli unite la zucca schiacciata, il burro fuso, la cannella. 
Amalgamate bene il tutto e aggiungete la farina passando attraverso un setaccio per evitare i grumi.
Mescolate e aggiungete il lievito.
Incorporate gli albumi mescolando dal basso verso l'alto.
Imburrate e infarinate una tortiera a forma di ciambella, versate il composto all'interno e cuocete in forno statico a 180 gradi per 40 minuti (per controllare la cottura fate la prova dello stuzzicadenti).
Lasciate raffreddare la ciambella e capovolgetela su un piatto.

Per la decorazione fatevi aiutare da un piccolo aiutante. Nel mio caso ho deciso di utilizzare della marmellata ai mirtilli che ho versato all'interno e sui bordi della ciambella, facendola gocciolare. Infine sono stati aggiunti gli occhietti di Halloween e tanti ragnetti.

Buon divertimento!


mercoledì 17 ottobre 2018

RABBIA E PREPOTENZA A SCUOLA, NON SEMPRE SI TRATTA DI BULLISMO

A un mese dalla riapertura delle scuole, numerose sono le segnalazioni pervenute per trattare episodi di rabbia e prepotenza con l’aiuto di letture mirate.


Il libro che vi consiglio è di David Grossman, autore israeliano noto in tutto il mondo per i suoi saggi scritti con straordinaria sensibilità.


mamma leggiamo insieme blog libri

MIA, TUA, NOSTRA
David Grossman
Mondadori

Come ogni giorno la mamma accompagna Lilli a scuola, insieme a lei vi è la piccola Mirtilla, una bambola di pezza che aiuta ad addolcire il distacco
La mattinata alla scuola dell’infanzia è ricca di attività e Lilli, dopo aver giocato, cantato, ballato e persino cucinato biscotti, inizia a sentire la stanchezza. 
Dopo pranzo, l’insegnante invita tutti i bambini a sdraiarsi sui materassini per fare il riposino.
Lilli corre verso il suo armadietto per prendere l’amata bambola che ha portato con sè quando è arrivata a scuola con mamma, ma quando lo apre trova una spiacevole sorpresa: Mirtilla è sparita. 
Non passa molto tempo quando Lilli scopre che la sua bambola è tra le braccia di Amalia, la bambina più piccola della classe.
La rabbia cresce come una torta nel forno, le lacrime iniziano a rigare le guance, è difficile mantenere il controllo quando ci si sente vittime di un’ingiustizia e la cosa più facile ed immediata appare quella di farsi valere lottando con la forza. 
La maestra Gelsomina interviene e cerca di calmare le bambine portando la pace con gesti e parole.
Fortunatamente Amalia confessa, avendo dimenticato a casa il suo amico Coniglio, ha preso Mirtilla per vincere la tristezza.
Lilli capisce al volo quello che sta provando l’amica e senza pensarci due volte mette in atto il potere della condivisione…”Mia, Tua, Nostra”. 

In fondo tutti possono sbagliare, l’importante è capirsi con parole e gesti dettati dal cuore.

blog libri bambini mamma leggiamo insieme

All’inizio della mia carriera ho lavorato per diversi anni con bambini della fascia 0-6 e ho assistito spesso a manifestazioni di rabbia come quella raccontata nel libro dal sapiente Grossman. I bambini sono molto istintivi e pensano che con le mani si possano risolvere tante cose. Ultimamente ogni atteggiamento fuori dalle righe viene facilmente additato come bullismo ma spesso non lo è. I bambini non sono come gli adulti, essi hanno la straordinaria capacità di manifestare i propri stati d’animo buttando fuori invece di reprimere i sentimenti che provano ed è proprio questo che a volte li porta ad essere fraintesi. Dopo un iniziale atteggiamento istintivo i bambini hanno spesso la capacità di capire le situazioni e modificare i propri atteggiamenti, lo fanno con una semplicità disarmante.

Cosa dire della bambola Mirtilla? Guai a chi tocca l’oggetto transizionale, esso aiuta a vivere meglio il momento del distacco dal grembo materno ed è fondamentale come la coperta di Linus. Se viene a mancare sono guai!

Una nota sulle illustrazioni di Giulia Orecchia: le immagini sono dolcissime, rassicuranti e così vicine alla realtà, sfogliando il libro mi sono riconosciuta nella giovane maestra Gelsomina. Ottima la scelta dei colori dai toni rassicuranti che si accentuano quando la rabbia sale e si calmano come il mare dopo la tempesta quando la pace torna a regnare sovrana.

Buona lettura!

Carlotta

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...